INPS VERGOGNA INFINITA!!!

Che in Italia il sistema pensionistico fosse vergognoso era un dato certo, ma che fosse inifinitamente vergognoso era dato conosciuto da pochi.

Lo è in maniera paradossale con quelle forze sociali che da sole contribuiscono a far si che l'Italia sia la sesta economia del mondo.

Per le piccole imprese e ditte individuali, infatti, l'INPS prevede un costributo fisso al 19,59% per i redditi compresi tra i 13.598 euro/annui e 40.083 euro/annui e un tasso del 20,59% per chi è tra i 40.083 euro/annui e i 66.805 euro/annui. Chi non è compreso in questa soglia paga, in difetto, comunque il 19,59%, in eccesso paga il 20,59%.

Già la differenza di un punto è qualcosa di ridicolo, che non ha alcuna spiegazione logica se non qualche stupida analisi burocratica sui ricavi.

Il grave è dato essenzialmente da chi è sotto i 13.598 euro/annui, il quale a prescindere deve pagare il 19,59%.

La libera impresa a differenza del lavoro statale e dipendente non è certo, ma è mutevole e varia di anno in anno: un'impresa, quindi, sia che sia all'inizio dell'attività che in un momento di difficoltà viene pesantemente penalizzata.

Tutto ciò è acuito dal fatto che l'INPS non aspetta i dati di bilancio, ma chiede acconti anticipati.

La pensione in Italia con una legge degli anni 60 è obbligatoria!!!!

E' incredibile un giovane imprenditore, che già oggi sa che non vedrà un euro di pensione non può rinuniciare alla pensione stessa, ma deve egualmente pagare.

Pagare per chi scalda un posto fisso con tutele ed aiuti in qualsiasi fase della vita.

Il problema vero sta nel fatto che l'imprenditore non è invidioso del posto fisso o delle tutele che lui non ha, ma vorrebbe semplicemente che lo Stato non gli rompa i coglioni con tasse e contributi che nulla danno in cambio se non perdite di tempo e delusioni verso lo Stato stesso e i suoi burocrati amministratori.

Home page / Filosofia / Interno / Esteri / Partiti / Società / Archivio / Advertising

I contenuti, i disegni e le immagini del sito sono regolati dal diritto d'autore.
Tutti i dati forniti dai lettori verranno archiviati in forma cartacea ed informatica.
Tali dati saranno utilizzati esclusivamente per attivitą di documentazione e comunicazione newsletter.
Il tutto nel rispetto di quanto stabilito dalla legge 675/96 sulla tutela dei dati personali.

Postmaster